Torna all'indice

Lavanda


Scritto da Simona
lavanda_orto_giardino

Valutazione

ingrediente sicuro

Lavandula Hybrida

La lavanda appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e comprende una trentina di specie che hanno tutte origine nei paesi del Mediterraneo.
Il suo nome generico “lavanda” proviene etimologicamente dal gerundio latino “lavare” (che deve essere lavato) quasi sicuramente per indicare come questa pianta venisse molto usata nell’antichità (soprattutto nel Medioevo) per detergere il corpo.
La lavanda è un piccolo arbusto sempreverde che grazie alla sua forza e robustezza riesce a crescere ed adattarsi a diverse condizioni climatiche e di terreno. In alcune zone dell’Italia meridionale cresce come pianta spontanea anche tra terreni aridi e sassosi. Le foglie della lavanda, inserite sul fusto senza picciolo, sono lanceolate e di un colore verde-grigiastro.

La sua caratteristica principale è quella di produrre dei fiori molto profumati e raccolti in spighe situate alle estremità di lunghi e sottili rametti. I fiori possono cambiare colore e aroma a seconda della specie. La specie che noi utilizziamo per i nostri prodotti è la Lavandula Hybrida, che è un ibrido sterile di Lavanda officinalis e Lavandula spica molto utilizzato per la produzione di oli essenziali.  Questo perché gli ibridi, avendo uno sviluppo vegetativo più veloce e infiorescenze più grandi rispetto alle specie pure, sono molto più ricchi di sostanze dalle quali si estraggono gli oli essenziali. Per ottenere l’olio essenziale si utilizzano le sommità fiorite, da cui si ricava per distillazione in corrente di vapore un liquido viscoso di colore verde scuro, con un odore intenso di erba e leggermente floreale.

E’ un olio che si può usare in tutta tranquillità perché non è irritante e non crea fenomeni di sensibilizzazione. In aromaterapia, l’olio essenziale di lavanda si utilizza per calmare i nervi, allontanare lo stress e facilitare il sonno (provate a metterne qualche goccia sul cuscino per conciliare il sonno!). E’ particolarmente indicato per chi ha la pelle acneica, poiché essendo un potente antisettico inibisce la proliferazione dei batteri che causano le infezioni e regolarizza il sebo. E’ anche un ottimo cicatrizzante, può essere perciò usato per lenire la pelle arrossata da punture d’insetto o scottature. Per quanto riguarda i capelli, potete massaggiare con regolarità il cuoio capelluto con olio essenziale di lavanda per attivare la circolazione e combattere la forfora.

 

 

Origine

La nostra lavanda nasce nelle Marche, nella zona del Conero. Dal 1975 è coltivata con passione e amore da Amelia Guglielmi Zanoli soprannominata “la signora della lavanda”. La tipologia di lavanda che cresce in queste meravigliose zone delle terre marchigiane è la lavandula hybrida o lavandino. Si narra che la salsedine conferisca al fiore un profumo deciso e fresco, che il botanico greco Dioscoride definì come "superiore a ogni altro".

Funzione

Calmante, antisettico, cicatrizzante.

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori