Torna all'indice

Indigo


Scritto da Simona

Valutazione

ingrediente sicuro

Indigofera Tinctoria

Questa pianta tintoria ha origine in India e successivamente venne coltivata anche in Cina e nelle Americhe prima di diventare a così larga diffusione. Appartiene alla famiglia delle leguminose ed è una pianta arbustiva perenne con spighe di fiori di colore tra il porpora ed il rosa. Gli antichi popoli dell’Asia lo adoperavano per tingere gli indumenti già nel 2000 a.C., così come gli antichi Egizi; una tavoletta babilonese del VII secolo a.C. riporta una ricetta per tingere la lana con questa pianta.  A differenza dei popoli asiatici e africani, gli europei non utilizzavano però l’indigo come tintura dei tessuti ma lo impiegavano nella cosmetica, come medicinale e per creare pigmenti coloranti ai fini pittorici. Inizialmente in Europa per tingere il blu si utilizzava il guado, Isais Tinctoria (il famoso blu di Piero della Francesca), finché Marco Polo non portò dall’Oriente la ricetta per tingere con l’Indigofera. L’indigo indiano ebbe un ruolo rilevante nell’economia dell’india in quanto questa fondamentale materia tintoria , essendo nella migliore qualità per centinaia di anni venne esportata in tutto il mondo.  Il vero e proprio Indigo non deriva solo dalla pianta ma da tutto un procedimento di fermentazione, macerazione, ossidazione ed infine essiccazione delle foglie di Indigofera fino al raggiungimento della famosa polvere.

L’indigo scurisce i capelli, tingendoli di varie tonalità di castano, fino al nero vero e proprio con sfumature blu. Possiede inoltre discrete proprietà benefiche per cute e capelli in quanto avvolge le cuticole del capello chiudendole e riparandole da aggressioni esterne, rendendo il capello più spesso e lucente anche se, al contrario della Lawsonia, non si lega alle squame di cheratina, motivo per cui tendenzialmente scarica più in fretta della Lawsonia. Possiede inoltre anche proprietà sebo-riequilibranti ed antibatteriche.

Phalada

Origine

Le erbe tintorie che utilizziamo per i nostri prodotti provengono dall'India, dove vengono coltivate grazie alle sapienti mani di piccoli coltivatori locali che ottengono la certificazione biologica dopo un lungo percorso di formazione. Questo garantisce ai piccoli coltivatori una fonte di reddito sicuro e condizioni di lavoro sostenibili ed etiche per le persone e per l'ambiente.

Funzione

Colorante naturale, sebo-riequilibrante, antibatterico.

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori