Torna all'indice

Henné


Scritto da Rocio

Valutazione

ingrediente sicuro

Lawsonia Inermis

Henné è il nome francese della Lawsonia Inermis, una pianta originaria dell’Africa del Nord che oggi è coltivata soprattutto in India, Iran, Tunisia, Egitto, Sudan, Arabia. Il nome botanico di questa pianta deriva dal nome del medico botanico inglese John Lawson che la descrisse in un libro pubblicato a Londra nel diciottesimo secolo; inermis invece si riferisce al fatto che spesso la pianta è priva di spine. Appartiene alla famiglia delle lythraceae con fiori profumati di colore rosa che fioriscono da maggio a luglio e con frutti di forma capsulare. La pianta, una volta attecchito, può sopravvivere anche fino a 100 anni e raggiungere, in condizioni ottimali, anche alcuni metri di altezza. Il suo uso è molto antico, perfino nelle tombe dei faraoni egizi sono state ritrovate polveri ricavate dalle sue foglie e mummie con le unghie colorate.

Il nome Henna, quello con cui è maggiormente conosciuta, è arabo e rimanda all’impiego di questa pianta da parte di culture arabe-islamiche, in particolare per le decorazioni floreali sulle mani e sui piedi delle donne che distinguono quelle giovani da quelle pronte al matrimonio. L’henna simboleggia infatti la maturità piena e la fecondità legate ad una completa femminilità. Nei paesi occidentali, invece, l’uso dell’hennè è comunemente associato quasi esclusivamente alla tintura dei capelli. Dall’essiccamento delle foglie della pianta ridotte in polvere e mescolate all’acqua si ottiene una mistura pastosa di colore verdognolo che si applica direttamente sui capelli e che rilascia una tinta che varia dal color ruggine al mogano.  Il principio più importante isolato dalle foglie della pianta (quello che conferisce il colore) è il lawsone, che si lega alla cheratina, colorando la struttura del capello attraverso la formazione di legami di tipo elettrostatico. I suoi benefici si possono notare già dal primo utilizzo, dato che oltre a colorare in modo naturale, l’henné idrata il capello, lo ricostruisce e lo protegge rendendolo più lucido e corposo. Oltre a tingere, l’henné è efficace anche come antiforfora e detergente del cuoio capelluto grazie alle proprietà sebo-regolatrici e astringenti, virtù che lo rendono adatto a chi ha capelli tendenzialmente grassi. L’henné è inoltre un potente antimicotico e dermopurificante, e nei paesi d’origine viene anche utilizzato per gargarismi che disinfettano la gola, per le eruzioni cutanee e per combattere micosi di piedi e mani.

Phalada

Origine

Le erbe tintorie contenute nelle nostre tinte naturali provengono da Phalada, un'azienda indiana di Bangalore attiva nella promozione dell’agricoltura biologica e nella commercializzazione dei relativi prodotti provenienti da numerosi piccoli produttori agricoli (circa 1400 per un territorio totale di 10.000 acri in tutta l'India), specializzati nella coltivazione di spezie, erbe officinali e aromatiche e caffè.
Tutti questi piccoli agricoltori ricevono la certificazione biologica dopo un lungo percorso di formazione condotto dall'azienda stessa, incentrato sulle tecniche di coltivazione biologica ma anche sul marketing e la gestione aziendale. Questo garantisce ai piccoli coltivatori una fonte di reddito sicuro e permette loro di liberarsi dalla dipendenza dai prodotti chimici (fertilizzanti e pesticidi) che sono spesso molto costosi, il tutto seguendo un unico principio: mantenere un'etica che garantisca il rispetto sia dell'uomo che della natura. Phalada si assicura infatti che gli agricoltori ricevano un giusto compenso per il prodotto venduto e conduce regolari ispezioni affinché l'intera catena produttiva, dal seme al packaging finale, sia compatibile con l'approccio olistico sostenuto dall'azienda.
Inoltre Phalada promuove anche progetti culturali e sociali come quello volto alla diffusione dell l’uso della medicina ayurvedica o dell’alfabetizzazione delle zone rurali. Phalada gestisce una clinica ayurvedica e un laboratorio per la trasformazione delle erbe e un college per la formazione di medici e di operatori sociali. Dal 2006 inoltre finanza una scuola elementare in una località rurale inserita nel contesto sociale e produttivo dei coltivatori di erbe e di spezie. Phalada, con una parte dei proventi della vendita, sostiene lo stipendio degli insegnanti e promuove una formazione specifica relativa alla coltivazione ed uso delle erbe medicinali. Per saperne di più clicca qui

Funzione

Colorante, sebo-regolatore, astringente.

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori