Torna all'indice

Amamelide


Scritto da Rocio

Valutazione

ingrediente sicuro

Hamamelis virgianiana

l’Amamelide è una pianta a portamento arbustivo, che può raggiungere l’altezza di 6 m.  Le sue foglie, caduche, hanno un colore verde che tende al bruno e d’autunno assumono un caldo colore giallo ocra che la rende tra le piante ornamentali più scenografiche. I fiori, di colore variabile dal giallo all’arancione al rosso scuro, sono piccoli, in genere di 2-3 cm, dotati di un intenso profumo che ricorda la primula. I frutti invece sono marroni e molto simili alle noci. L’amamelide cresce spontaneamente sia sulle coste orientali dell’America del Nord sia nelle foreste. Ama quelle umide del Canada e degli Stati Uniti Settentrionali. E’ stata introdotta in Europa all’incirca nel 1700 come pianta ornamentale, ma via via è stata sempre più apprezzata per le sue numerose virtù terapeutiche.

Le sue notevoli proprietà sono riconducibili all’elevata concentrazione di principi attivi: in essa, infatti, sono presenti tannini, flavonoidi, fenoli ed oli essenziali che svolgono un’azione decongestionante, antiemorragica e antinfiammatoria. I nativi americani avevano già scoperto le proprietà astringenti e vasocostrittrici dell’amamelide: applicavano infatti sulle ferite sanguinanti il liquido ottenuto facendo bollire a lungo in acqua i rametti, e questo frenava rapidamente l’emorragia e facilitava la cicatrizzazione della ferita. Questo fatto veniva sfruttato anche dagli stregoni come magia per curare le ferite dei guerrieri, perciò veniva considerata una pianta magica.

L’acqua di amamelide si ottiene dai rametti tagliati freschi e parzialmente essiccati. I rametti vengono macerati per circa 24 ore in acqua fredda a cui segue la distillazione e l’aggiunta di alcool.

Per la loro azione decongestionante e protettiva del microcircolo, gli estratti di amamelide vengono diffusamente utilizzati in prodotti cosmetici per pelli arrossate, facilmente irritabili e con couperose. E’ utile anche per curare punture di insetti, scottature solari e dermatiti. Grazie alle sue proprietà astringenti e purificanti, l’amamelide viene inoltre impiegata in cosmetici destinati alle pelli impure con pori dilatati. Per quanto riguarda i capelli, l’amamelide combatte la fragilità capillare, dato che purifica e riattiva la microcircolazione favorendo la nutrizione e l’ossigenazione delle radici con conseguente effetto anticaduta; contribuisce quindi alla protezione dei vasi sanguigni e alla riduzione della perdita di liquidi.

WITCH_HAZEL

Origine

L'azienda emiliana che ci fornisce l'idrolato di amamelide realizza l’estrazione mediante un metodo tecnologicamente avanzato e basato sugli ultrasuoni: è un metodo esclusivamente meccanico in cui tutto il processo di estrazione avviene a temperatura ambiente evitando così la disgregazione dei principi attivi termolabili, come le vitamine o gli oli essenziali. Durante il processo gli ultrasuoni si trasformano in onde d’urto che si diffondono nella vasca di contenimento attraverso la formazione di milioni di microbolle che crescono fino ad esplodere . Questo fenomeno permette la rottura della membrana cellulare, lo svuotamento dei principi attivi in essa contenuti e la conseguente solubilizzazione nel mezzo solvente: in questo modo si ottengono estrazioni pressoché totali di tutti i principi attivi contenuti nelle piante, cosa che non può avvenire con un’estrazione di tipo fisico. Si tratta quindi di un metodo di estrazione capace di mantenere intatte le qualità organolettiche e funzionali delle piante, con il quale si ottengono vere acque distillate e non semplici acque aromatizzate.

Funzione

Antiemorragica, antinfiammatoria, purificante.

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori